Cosa vedere a Bagnacavallo e dintorni

Alla scoperta di Bagnacavallo

Una città dal fascino enigmatico nel cuore della Romagna e in provincia di Ravenna

Nell'entroterra ravennate, a metà strada tra le sconfinate spiagge del mare Adriatico e gli incontaminati rilievi dell'Appennino Romagnolo, l'accogliente borgo di Bagnacavallo è una pittoresca città d'arte che affascina il visitatore con le sue lunghe vie porticate e con un patrimonio architettonico di notevole pregio, fatto di antichi palazzi nobiliari e di edifici religiosi perfettamente conservati.

Cosa non perdere a Bagnacavallo

Tra gli imperdibili monumenti di Bagnacavallo, meritano senz'altro una visita la Pieve di San Pietro in Sylvis con i suoi affreschi trecenteschi di scuola riminese, Piazza della Libertà con l'elegante Torre Civica e il palazzo Comunale, la settecentesca Piazza Nova di impianto ovale con i suoi pittoreschi portici, la trecentesca chiesa di San Giovanni ricostruita nel '600 in stile barocco e la Collegiata di San Michele Arcangelo nel cui presbiterio è conservata la pala d'altare di Bartolomeo Ramenghi, detto il Bagnacavallo.

Una terra accogliente tra natura, cultura ed enogastronomia

Città conosciuta per le delizie gastronomiche, per l'accoglienza del territorio e per l'offerta di un fitto calendario di eventi culturali e folcloristici che animano ogni stagione dell'anno, Bagnacavallo custodisce altri luoghi emblematici. Il Podere Pantaleone, a pochi chilometri dal centro, è un'oasi naturalistica in cui la fauna e la flora tipiche delle zone di pianura si sviluppano liberamente. La Pinacoteca comunale ospita una collezione di opere datate fra il XVI e il XVIII secolo, una raccolta di arte contemporanea e una collezione di sculture, mentre il Teatro Goldoni incanta con l'eleganza degli spazi interni.

Vuoi lasciare un commento?

Compila i campi per lasciare un commento. Il commento verrà pubblicato dopo l’approvazione del moderatore.